4 tipi di amicizie non adatte alle Persone Altamente Sensibili

Il mio migliore amico all'università era un pazzo. I pazzi, secondo Julia Cameron, autrice di The Artist’s Way, sono "quelle personalità che creano i centri delle tempeste. Sono spesso carismatici, spesso affascinanti ... e per la persona creativa nelle loro vicinanze, sono enormemente distruttivi. "

Il mio amico si adatta perfettamente a questa descrizione. Mi ci è voluto del tempo per realizzarlo, e non lo biasimerò mai né lo giudicherò per questo, ma so che la nostra amicizia è stata tossica. Lui era il genitore; io ero il bambino. Ho fatto come ha detto, e spesso, come ha fatto. Ho ascoltato i suoi racconti drammatici (e poiché non avevo confini, ho lasciato che mi influenzassero molto più di quanto fosse giusto per me) e assecondavo le sue richieste - spesso irrazionali -.

Mentre di tanto in tanto mantenevo la mia posizione, ciò causava più problemi di quanto pensassi valesse la pena e col tempo, ho imparato a fare del mio meglio per obbedire.

Fu solo un paio d'anni dopo la laurea che avevo abbastanza distanza e sicurezza costruite nella mia vita che ho fatto il grande passo e "rotto" con il mio amico non sicuro.

Se ti identifichi come una persona altamente sensibile (o HSP), potresti sentirti più in difficoltà nel fare amicizia (e mantenerli) di quanto non lo sia per gli altri. Potresti anche aver ricevuto il messaggio dalla società che più amici hai, meglio è. O che devi mantenere tutti gli amici che fai per tutta la vita.

Ma la verità è che non lo fai. E non tutte le amicizie ti fanno bene come HSP.

Di cosa hanno bisogno gli HSP dai loro amici

La verità è che le amicizie non riguardano la quantità: riguardano la qualità. Un HSP può essere realizzato nelle sue relazioni anche se ha solo pochi amici intimi, purché questi amici siano una buona corrispondenza per le esigenze uniche dell'HSP.

Un'amicizia ideale per un HSP è davvero significativa. Prosperiamo su connessioni forti, solide e profonde. È un po 'come se il cuore di un HSP cercasse sempre un segnale, come fa il tuo telefono quando cerca il Wi-Fi. Se quel segnale è debole, la connessione è debole e non arriva abbastanza sostentamento, proprio come un video a caricamento lento sul telefono. L'HSP non riesce proprio a ottenere ciò di cui ha bisogno.

Per un HSP, connessione significa essere in grado di diventare vulnerabili, eppure sentirsi ancora al sicuro. Ascoltare ed essere ascoltati. Per avere la loro profondità interiore riflessa su di loro. Nulla di meno di questo può sembrare superficiale e non nutrirà una persona sensibile. Nel peggiore dei casi, un'amicizia superficiale può essere estremamente faticosa per una persona molto sensibile, che dà così tanto di se stessa in ogni autentica connessione.

Trattenere amicizie non sicure avrà un impatto drammatico sul benessere di un HSP, probabilmente più che per gli altri. Gli HSP sono molto più inclini a sentirsi sovrastimolati, sia dal loro ambiente esterno sia dal loro ambiente interno. Gli amici che richiedono un HSP in luoghi rumorosi e indaffarati innescano naturalmente quella sovrastimolazione, così come un amico che carica l'HSP con bagaglio emotivo, negatività o caos.

Quindi non è "schizzinoso" o "ostile" evitare tali frequentazioni. Gli HSP traggono davvero beneficio dall'attenzione da chii chiamano un amico. E se sei un HSP tu stesso, potresti essere sollevato nel sapere che alcuni amici dovrebbero essere esclusi dalla tua vita.

Ci sono quattro tipi di amicizie in particolare che credo non siano sicure per le persone molto sensibili.

4 tipi di amici "non sicuri"

1. L'amicizia superficiale

Le chiacchiere sono qualcosa che la maggior parte degli HSP concorderà fermamente non è il loro passatempo preferito. Un HSP preferirebbe piuttosto connettersi con un amico attraverso una profonda conversazione sul significato della vita, sulle origini dell'universo e su altri argomenti di alto livello. È improbabile che un'amicizia basata su chiacchiere superficiali sul tempo faccia appello per molto tempo.

Il problema con le chiacchiere è che non restituisce l'energia di cui ha bisogno un HSP. Una conversazione profonda e significativa potrebbe richiedere più capacità cognitive ma è molto più gratificante per la mente sensibile. Un'amicizia che lo consenta è molto più vantaggiosa per un HSP.

2. L'amicizia giudicante

Possedere la loro elevata sensibilità come tratto da celebrare è la chiave per la fiducia in se stessi e il benessere di un HSP. Abbiamo bisogno che i nostri cari siano di supporto, non di giudizio, specialmente mentre attraversiamo periodi di scoperta di noi e comprensione di sé.

Un amico giudicante suggerirà sottilmente (o non così sottilmente) che c'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato nell'essere un HSP. "Sei troppo sensibile", potrebbero dire. Possono giudicare le scelte fatte da HSP, rimproverandole per le loro preferenze e comportamenti. Oppure possono semplicemente mostrare impazienza e fastidio ogni volta che l'HSP ha bisogno di un po 'di tempo extra per l'elaborazione.

Un amico come questo non è divertente , e non è sano a lungo termine. Un HSP farà molto meglio con le persone che l’ amano e l’ accettano così come è: alta sensibilità e tutto il resto.

3. L'amicizia drenante

La maggior parte degli HSP è dotata delle capacità di compassione e alta empatia, che attirano naturalmente gli altri che desiderano sfruttare le proprie capacità di ascolto. Quello da solo è salutare; è uno dei regali che gli HSP offrono al mondo. Un amico drenante, tuttavia, trarrà vantaggio dall'HSP scaricando tutti i propri problemi emotivi, senza mai dare in cambio.

Mentre condividere gli oneri e aiutarsi a vicenda è una parte vitale di una buona amicizia, c'è un confine che deve essere tracciato soprattutto per le persone altamente sensibili. Senza confini forti, un HSP può sentirsi svuotato della propria energia e risorse personali. Molti possono "raccogliere" o "assorbire" l'energia degli altri, e se questo viene percepito in modo negativo, può avere alcune gravi conseguenze negative per l'HSP.

Un'amicizia reciproca si fonda sul rispetto. Entrambe le persone sono lì per ascoltarsi a vicenda e sostenersi a vicenda attraverso le sfide. Entrambe le parti concorderanno anche di rispettare le reciproche esigenze energetiche e di concedersi spazio senza sovraccaricare eccessivamente l'altra.

4. L'amicizia esigente diretta

La necessità di spazio è fondamentale per gli HSP, siano essi introversi o estroversi. Gli HSP usano il tempo per evitare la sovrastimolazione ed elaborare tutto ciò che abbiamo preso. Ciò non significa che gli HSP debbano passare tutto il loro tempo da soli, ma è importante avere un po 'di spazio tra eventi o interazioni.

Ma alcuni amici si rifiutano di dare quello spazio. Potrebbero richiedere che l'HSP rimanga al bar più tardi di quanto avrebbero voluto. Peggio ancora, possono persino rimproverare l'HSP per aver lasciato presto o non aver partecipato a un evento. Questo tipo di comportamento impegnativo può diventare incredibilmente stressante, costringendo l'HSP a scegliere tra due esiti dannosi: deludere qualcuno lasciando presto o soffrire sopraffazione ed esaurimento rimanendo fuori. Questo può accumularsi come risentimento - a volte scaricato in un'esplosione di emozione in un secondo momento.

Per un HSP, un buon amico rispetta le sue esigenze di spazio e tempo da solo e supporta qualsiasi decisione che prendano per venire o andare a un evento. Anche un amico a cui piace un ritmo più veloce accetterà la necessità di una persona sensibile di rallentare le cose, se è una buona amicizia.

Non ogni amicizia è perfetta, ovviamente. Ma un HSP può risparmiare un sacco di tempo ed energia se si ricorda che comportamento non è accettabile nelle persone che considerano amici. È giunto il momento per gli HSP di smettere di preoccuparsi del numero di amici che hanno e della longevità dell'amicizia e iniziare a cercare le persone nelle sua vita che supportano veramente la sua personalità e tutto ciò che fa brillare un HSP.




Source: www.highlysensitiverefuge.com by Cat Rose




Elena Trucco